I contribuenti con carichi rientranti nel perimetro della rottamazione-bis, affidati alla riscossione nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 settembre 2017, possono presentare istanza di adesione alla procedura entro il 15 maggio 2018. A tal fine è necessario utilizzare il modello DA-2017, pubblicato da Agenzia delle Entrate-Riscossione. L’importo dovuto, ripartito nel numero di rate prescelto, verrà comunicato dalla medesima Agenzia entro il 30 giugno 2018. Il 31 luglio 2018 scadrà invece il termine per il versamento della prima o unica rata.

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha reso disponibile la modulistica da utilizzare per la richiesta di rottamazione delle cartelle a seguito della riapertura dei termini stabilita dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2018 (art. 1, D.L. 148/2017). La norma, intervenendo sulla disciplina introdotta dal D.L. n. 193/2016 – il cui termine di adesione è scaduto il 21 aprile scorso – ha disposto l’applicazione della definizione agevolata anche ai carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.

Come precisato nelle FAQ di accompagnamento alla modulistica, i debitori che aderiranno dovranno pagare l’importo residuo del debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si dovranno pagare gli interessi di mora e le ulteriori maggiorazioni previste dalla legge.

Il primo passo consiste nella presentazione, entro il 15 maggio 2018, del modello DA-2017, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

L’agente della riscossione comunicherà entro il 31 marzo 2018 l’elenco dei carichi affidati dagli enti creditori per i quali al 30 settembre 2017 non risulta ancora notificata la cartella, specularmente a quanto avvenuto in occasione della vecchia rottamazione delle cartelle.

Entro il 30 giugno 2018 l’Agenzia comunicherà l’importo da versare, consegnando i bollettini di pagamento in base al numero di rate indicate dal contribuente nel modello.